[ultimate_spacer height=”22″]

Parchi e riserve naturali

[ultimate_spacer height=”55″][ultimate_heading heading_type=”customizable” heading_tag=”h4″ heading_content=”Natura in Romagna ” main_heading_default_weight=”400″ main_heading_color=”#f2f2f2″ subheading_type=”customizable” alignment=”left” spacer=”line_only” spacer_position=”middle” line_height=”1″ line_color=”#f4f4f4″][/ultimate_heading][ultimate_spacer height=”22″]

La Romagna è una terra dalle infinite risorse; è nota principalmente per il suo turismo balneare ma oltre alle spiagge offre ai visitatori tanta natura incontaminata e selvaggia, tutta da scoprire!

[ultimate_spacer height=”55″]
[ultimate_spacer height=”55″]
La natura in Romagna

Parchi e riserve naturali

[ultimate_spacer height=”20″]

Un quarto della superficie dell’Emilia-Romagna è costituito da foreste e buona parte di esse rientrano in parchi naturali ed aree protette che offrono una grande varietà di ambienti naturali che vanno dall’ambiente montano a quello fluviale, a quello collinare fino a quello marino. La natura in Romagna è quindi molto presente e ricca, non finisce mai di stupire il visitatore; ogni provincia offre scenari unici che partendo dagli argini del Po finiscono alle spiagge selvagge del promontorio di Gabicce. L’eterogeneità del suo ambiente naturale ha permesso di sviluppare anche una delle maggiori varietà di specie animali di tutta Europa e per valorizzare e tutelare questo prezioso patrimonio ci sono diverse riserve naturali con interessanti musei come il Museo Naturalistico del Parco Sasso Simone e Simoncello.

[ultimate_spacer height=”20″]
[ultimate_spacer height=”55″]

Parco Sasso Simone e Simoncello

Si trova al confine tra Emilia-Romagna, Toscana e Marche e con i suoi 5000 ettari offre una grande varietà di flora e fauna; i rilievi più importanti sono i sassi Simone e Simoncello, monte Carpegna, monte Palazzolo e monte Canale.

Parco del Monte San Bartolo

Si trova sul Monte San Bartolo, affacciato sulla costa adriatica con grotte e falesie uniche per la zona; al suo interno si trovano anche un museo paleontologico e degli scavi che hanno riportato alla luce una domus tardo imperiale.

Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi

Al confine con la Toscana si staglia questa vasta riserva nazionale nella dorsale appenninica della Romagna, con quote fino ai 1600 metri; tra i punti di interesse vi è la cascata dell’Acquacheta citata da Dante nella Divina Commedia.

[ultimate_spacer height=”20″]
Sport e benessere in natura

Uno dei modi migliori per godere a pieno della natura selvaggia che abbiamo in Romagna è sicuramente in prima persona, a stretto contatto con l’ambiente! I molteplici sentieri che si sviluppano all’interno delle varie aree protette sono ideali per fare delle piacevoli escursioni a piedi, trekking, passeggiate a cavallo o in mountain bike. La varietà dei percorsi disponibili si adatta a qualsiasi livello di preparazione fisica, dai più esperti ai semplici appassionati, da fare in autonomia o con guide specializzate .

[ultimate_spacer height=”55″][ultimate_spacer height=”55″]

Fiorenzuola di Focara

Uno dei pochi angoli di paradiso incontaminato sulla Riviera Romagnola è la spiaggia di Fiorenzuola di Focara; una volta raggiunta seguendo un sentiero che parte dal borgo ci si trova in un luogo privo di insediamenti umani in cui la natura fa da padrona.

[ultimate_heading heading_type=”customizable” heading_tag=”h4″ heading_content=”Ultime Esperienze” heading_typography_type=”google_fonts” main_heading_color=”#ad3b3b” subheading_type=”customizable” alignment=”left” spacer=”line_only” spacer_position=”middle” line_height=”1″ line_color=”#f4f4f4″ main_heading_font_family=”font_family:Tinos|font_call:Tinos” margin_design_tab_text=””][/ultimate_heading][ultimate_spacer height=”20″]

[recent_products per_page=”3″ columns=”4″ orderby=”” order=””]